DPCM 24 ottobre 2020 - Novità per associazioni e attività sportiva

Senza commentare le misure contenute nel DPCM, ma analizzando solo nel merito quelle riguardanti le attività associative riportiamo di seguito gli estratti di vostro interesse:

Art. 1, comma 9, lett. d):

è consentito svolgere attività sportiva o attività motoria all'aperto, anche presso aree attrezzate e parchi pubblici purché nel rispetto della distanza di sicurezza di almeno due metri per l'attività sportiva

Art. 1, comma 9, lett. e):

sono sospesi gli eventi e le competizioni sportive svolti in ogni luogo; restano consentiti solo gli eventi sportivi riconosciuti di interessa nazionale dal CONI e dal CIP

Art. 1, comma 9, lett. f):

sono sospese le attività di palestre, piscine, centri natatori, nonché centri culturali, centri sociali e centri ricreativi;

l'attività sportiva di base e l'attività motoria in genere svolte all'aperto presso centri e circoli sportivi sono consentite nel rispetto del distanziamento sociale e senza assembramento, in conformità alle linee guida emanate dall'Ufficio per lo sport, fatti salvi gli ulteriori indirizzi operativi emanati dalle Regioni;

sono consentite le attività dei centri di riabilitazione.

Art. 1, comma 9, lett. g):

lo svolgimento degli sport di contatto è sospeso; sono altresì sospese l'attività sportiva dilettantistica di base, le scuole e l'attività formativa di avviamento relative agli sport di contatto nonché tutte le gare, le competizioni e le attività sportive connesse agli sport di contatto.

Art. 1, comma 9, lett. o):

è fortemente raccomandato svolgere le riunioni private in modalità a distanza

Le disposizioni si applicano dal 26 ottobre al 24 novembre 2020


Il Ministro Spadafora ha affermato che già dal 26 ottobre verrà approvato il decreto per sostenere con misure straordinarie tutto questo mondo che con la seconda chiusura rischia di non riaprire più:

- 800 euro indennità per novembre;

- 50 milioni di fondo perduto per ASD e SSD da erogare entro novembre;

- fondo perduto automatico per le Società Sportive Dilettantische con codici Ateco che ne avevano già usufruito.