DPCM 24 ottobre 2020 ed additività ludico, ricreative, educative per bambini e ragazzi

Diversi clienti oggi ci hanno chiamato chiedendo chiarimenti in merito a questo punto indicato nel DPCM del 25 ottobre:


Art. 1, comma 9, lett. c)

È consentito l'accesso a bambini e ragazzi a luoghi destinati allo svolgimento di attività ludiche, ricreative ed educative al chiuso ed all'aria aperta, con l'ausilio di operatori a cui affidarli in custodia e con l'obbligo di adottare appositi protocolli di sicurezza predisposti in conformità alle linee guida del Dipartimento per le politiche della famiglia emanate il 24 ottobre 2020. DI seguito il link:

(https://famiglia.governo.it/it/pubblicazioni/linee-guida-attivita-ludico-ricreative-0-17/)

Facciamo presente che il protocollo prevede la possibilità di svolgimento delle attività sia al chiuso che all'aperto. In caso di attività in spazi chiusi, è raccomandata l'aerazione abbondante dei locali, con il ricambio di aria che deve essere frequente.

Un nostro cliente ha contattato AGIS e, verbalmente, hanno confermato la possibilità di proseguire le attività nei confronti di bambini e ragazzi.

Non possiamo dare conferma che questa interpretazione sia corretta, ma l'interpretazione letterale del testo e le linee guida sembrano avvalorare la tesi sopra esposta della continuità delle attività delle associazioni culturali e di promozione sociale in ambito ludico, ricreativo ed educativo.