Certificazione Unica 2018

19.02.2018

Tutte le associazioni, titolari o non titolari di P.IVA, devono effettuare la Certificazione dei compensi a qualunque titolo erogati a collaboratori nel corso dell'anno da poco concluso.

Quali compensi devo certificare?

Ogni tipologia di compenso deve essere certificato, sia esso un compenso sportivo oppure no, compensi pagati a professionisti titolari di Partita iva (anche soggetti nel regime dei minimi e forfettario) oppure anche compensi soggetti a ritenuta d'acconto o collaborazioni occasionali.

Come funziona la certificazione?

Dovete consegnare ad un intermediario abilitato (commercialista o consulente del lavoro) le ricevute di pagamento o le fatture che avete pagato, eventualmente assieme agli F24 che avete versato per la ritenuta d'acconto. Il vostro consulente si occuperà di Certificare tali somme.

Quali sono i termini?

Entro il 7 marzo si devono certificare i compensi sportivi, le collaborazioni occasionali e tutti gli importi soggetti a ritenuta d'acconto, solo i soggetti con P.IVA forfettaria o nei minimi godono di un rinvio che coincide con la presentazione del successivo Modello 770 che dovrà essere trasmesso da un intermediario a ottobre 2018.